intro

Inaugurata l’esposizione di Marco Bellotto Dalla linea, una storia infinita, in esposizione fino al 5 giugno

Sabato scorso, 14 maggio, secondo appuntamento del ciclo di serate dedicate agli incontri d’arte. Colori straripanti alle pareti, ma anche bianchi e neri con punti di rosso. Tratti evocativi, l’arte africana come approccio di ispirazione. Tanti gli artisti presenti, maestri in diverse discipline, un piacere unico potere stare ad ascoltare aneddoti di anni lontani e mescolati alla lettura del mondo dell’arte di oggi. Conversazione piena, che è continuata a tavola, unendo al piacere della conoscenza quello del palato.
Per vedere alcuni scatti dei momenti più conviviali e dei piatti del menù, cliccate sul link che trovate in fondo all’articolo.

Ma cosa ci ha preparato di speciale per la serata la cucina?
Una bella entrée con un delizioso asparago bianco di Cimadolmo, cotto e poi scottato sulla piastra, con una crema di tuorlo d’uovo e note di aceto al lampone.
Una tartelletta di frolla salata con ricotta di capra, agrumi e profumi.
Coniglio grigio di Carmagnola -presidio Slow Food- alla milanese, che a raccontarlo . . . tre tagli, tre consistenze, tre salse. Golosissimo.
E in chiusura del dolce riso al latte e crema la limone.

Questa selezione di opere resterà esposta fino al 5 giugno. Passate a vederle dal vivo queste opere, vale la pena!

I prossimi appuntamenti sono per sabato 11 giugno, serata con Walter Bernardi Frammentazione del dettaglio e potenza del colore e il 3 luglio, a pranzo con Maurizio Armellin e la cantina Blazic.

Immagini della serata - CLICCA QUI